giovedì 12 novembre 2020

GIORNATA MONDIALE DIABETE 2020

 

GIORNATA MONDIALE DIABETE  2020

11-12-13-14 Novembre 

 4 giorni intensi per Diabete Italia che ha organizzato una serie di eventi online 

per celebrare la GMD 2020.

Una Giornata Mondiale del Diabete diversa,

una GMD che non ci vedrà fisicamente nelle Piazze,

ma che non ha smorzato il nostro impegno nel voler continuare

a divulgare utili e corrette informazioni su questa malattia.

Una serie di webinar dedicati al mondo del diabete 

per essere di supporto a chi vive con questa malattia,

ma anche per fare informazione a chi non la conosce.

 Diabete di T1, diabete di T.2

due malattie diverse con lo stesso nome che è importante,

in entrambi i casi, saper riconoscere.

Una campagna di sensibilizzazione supportata anche 

da Comunicati Stampa sulle più importanti testate nazionali 

e da varie iniziative social.

 


11 novembre - dalle 15:00 alle 17:00

Conoscere il diabete fuori dal mondo del diabete

 

12 novembre - dalle 15:00 alle 17:00

Ero malato di diabete ma non sapevo di esserlo

 

13 novembre - dalle 12:00 alle 13:00

Conferenza stampa: Giornata Mondiale del Diabete 2020

 

13 novembre - dalle 15:00 alle 17:00

Buona vita da malato di diabete tra rinunce, soddisfazioni e richiesta di innovazione

 

14 novembre - dalle 11:00 alle 13:00

Diabete: chiudiamo il cerchio

“Quest’anno il tema oggetto della celebrazione delle Giornata Mondiale del Diabete è un tema che ci sta molto a cuore. La centralità della figura dell’infermiere all’interno del team diabetologico è un elemento assodato, ma quest’anno, alla luce della pandemia che ci ha travolti, assume una valenza ancor più significativa. L’infermiere rappresenta per il soggetto diabetico una figura di riferimento e indubbiamente gioca un ruolo nevralgico anche in termini di aderenza alla terapia- spiega Stefano Nervo, presidente di Diabete Italia – L’emergenza Coronavirus ha stravolto le modalità di gestione della patologia diabetica, in termini di contatti con i pazienti. Per questo ora è fondamentale intervenire preventivamente così da scongiurare che si ripeta quello che è accaduto a marzo. L’obiettivo è di integrare quanto più possibile le figure professionali all’interno del team, per una gestione multidisciplinare del paziente e di promuovere il ricorso ai teleconsulti e alle televisite, per tenere sempre ben saldo il contatto con il paziente. Ricordiamo che c’è ancora oltre 1 milione di persone con diabete che non sa di averlo, per cui il monito è sempre quello di fare prevenzione. Anche a pandemia in corso”.

“Non è un caso che la Giornata Mondiale del Diabete di quest’anno sia stata dedicata al personale infermieristico, una parte integrante del personale sanitario che lavora spesso nell’ombra ma che da sempre sostiene e consente il corretto funzionamento dei centri di diabetologia – commenta Emilio A. Benini, presidente dell’Associazione Italiana Diabetici FAND – Il loro supporto nella gestione quotidiana dei centri di diabetologia è fondamentale: per comprendere l’importanza del loro lavoro e del loro prezioso contributo dovremmo provare ad immaginare cosa accadrebbe se non fossero parte integrante del team: i centri di diabetologia non esisterebbero. La pandemia Covid-19 – prosegue – ha impattato significativamente anche sulle loro attività, aggiungendone altre mansioni al loro già elevato carico di lavoro abituale: riprogrammare gli appuntamenti dove è possibile, gestire le scadenze – come la patente -, contattare le persone con diabete per fissare appuntamenti per il teleconsulto e tanto altro”.


Nessun commento:

Posta un commento

INVIACI IL TUO COMMENTO