MISSION

GLI SCOPI DELL'ASSOCIAZIONE DIABETICI DI ROVIGO



L'Associazione Diabetici di Rovigo aderisce a FAND - Associazione Italiana Diabetici - Ente Morale D.M. 20 settembre 1991 - Membro I.D.F. International Diabetes Federasion - Medaglia d'Oro al Merito della Sanità Pubblica. 

L'ASSOCIAZIONE

Si propone di svolgere le seguenti attività:

- diventare un punto di riferimento per tutti i diabetici che risiedono nella provincia di Rovigo con Segreteria c/o il Centro Antidiabetico di Rovigo, in cui soci volontari prestano servizio di ascolto e di assistenza;

- Aiutare i diabetici e le loro famiglie a cambiare stile di vita mettendo in atto nuovi atteggiamenti: rispetto della dieta consigliata dai medici, esercizio fisico giornaliero, piena consapevolezza di poter convivere bene anche con una malattia problematica;

- Promuovere attività di esercitazioni fisiche consigliate dai medici del Centro, rispondendo ai bisogni e alle richieste dei diabetici, in autonomia e/o in accordo con associazioni sportive e palestre: camminate, nuoto, palestre, pesca, ecc.;

- Portare a conoscenza delle Istituzioni (Regione, ULSS, Comuni, Provincia) i problemi dei diabetici della provincia di Rovigo e ricercare assieme ad esse le soluzioni più idonee;

Concordare con gli EE. LL. e con le Associazioni culturali interessate eventuali attività, iniziative, incontri inerenti alla ricerca per la prevenzione e cura del diabete;

- Dotare i pazienti, in cura presso il Centro Antidiabetico, di eventuali materiali informativi e presidi utili come misuratori delle glicemie, pungi dito, ecc.;

- Curare l'istruzione sul corretto uso degli strumenti diagnostici, sulla somministrazione dell'insulina, con l'assistenza dei nostri Diabetici Guida;

- Fornire informazione e assistenza sulle normative sanitarie e legislative relative il diabete ed anche su quelle più specifiche che interessano direttamente il diabetico: farmaceutiche, scolastiche, del lavoro e dello sport, e naturalmente quelle relative al rilascio e al rinnovo della patente di guida.

- Fare attività di prevenzione, con l'aiuto dei Medici del Centro, organizzando incontri, lezioni, corsi di formazione, con temi speccifici, e affrontando problemi di comune interesse;
  
-  Favorire il potenziamento ed il miglioramento delle strutture per l'assistenza, cercando di garantire l'assistenza domiciliare nei casi di necessità, intervenendo costruttivamente sulla dirigenza dell'ULSS 5;

- Interagire con il mondo del lavoro (Aziende e Sindacato) per consentire al diabetico l'inserimento utile e compatibile nel contesto produttivo e sociale.